È giunto il momento di approfondire il tema, le potenzialità e le prospettive dell’ Internet of Things in Italia. Per farlo pubblicheremo una serie di articoli specifici per capire a che punto siamo.

Il primo lo trovate qui.

L’ambiente industriale è composto da una gran quantità di oggetti, strumenti, macchinari che funzionano in armonia per assecondare il processo produttivo. Secondo voi, cosa accadrebbe se tutte queste macchine, oltre a funzionare in armonia, potessero essere connesse tra loro e con gli addetti ai lavori?

Software, cloud, programmi applicativi e quant’altro possono creare una rete di connessione in cui inserire le macchine grazie a elementi esterni che permettono a queste di interagire: sensori, strumenti di controllo e manutenzione e, perché no, intelligenza artificiale.

In questo modo le macchine possono essere gestite in tempo reale garantendo maggior efficienza e, perché no, un controllo più accurato di consumi e produttività. In fondo si tratta soltanto di fare in modo che l’interazione tra l’uomo e la macchina non consista soltanto in “acceso”, “spento”, “malfunzionamento”, “guasto”; ma divenga qualcosa di più complesso ed efficiente.

Ma quali alcuni effettivi vantaggi che la produzione di manufatti può avere grazie all’Internet Of Things?

Ecco tre esempi:

1 L’interazione tra macchine e la realtà digitale cambierà il modo di produrre manufatti, che potranno essere di alta qualità e personalizzabili (con costi ridotti rispetto alla produzione in serie): le caratteristiche di questi potranno essere influenzate dall’analisi di big data derivanti dalle necessità e i bisogni dei consumatori.

2 Il prodotto stesso, frutto di una catena industriale “connessa”, sarà intelligente. Potrà contenere infatti informazioni riguardanti la sua storia di produzione o qualsiasi altro tipo di informazione rilevante per il consumatore, come scadenze dei materiali e procedure per lo smaltimento di questi.

3 Oltre ai prodotti, i benefici saranno legati in primis alla gestione della fabbrica, ad esempio per l’ottimizzazione della produzione: riduzione costi, incremento efficienza, manutenzione accurata. I tecnici, sostanzialmente, potranno avere interazione in tempo reale con i vari componenti dell’impianto.

Questi sono solo alcuni esempi delle nuove opportunità di business date dall’IoT, di certo questo ambito tecnologico d’avanguardia è ancora tutto da scoprire e indagare. Seguiranno altri articoli, più specfici.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *