È giunto il momento di approfondire il tema, le potenzialità e le prospettive dell’Internet of Things in Italia. Per farlo pubblicheremo una serie di articoli specifici per capire a che punto siamo.

Questo è il primo.

I clienti di un retail, i “clienti al dettaglio”, chiedono da sempre convenienza e affidabilità dei prodotti. Da qualche anno però hanno imparato ad avere dimestichezza con la tecnologia, desiderando interazioni contestuali e personalizzate in modo da non sentirsi un numero ma da sentire valorizzata la propria persona: l’IoT permette proprio questo.

Cosa sta, dunque, alla base meccanismo dell’IoT per il retail? Il poter collegare tra loro oggetti e device, dati e persone, usare dispositivi, come gli smartphone, in real time nell’esperienza d’acquisto, in modi altamente performanti.

I venditori, grazie a questa tecnologia, possono crescere e migliorare l’analisi dei dati, i clienti d’altra parte, possono essere guidati nello store grazie a vari dispositivi  – dal pos ai beacon ai cellulari.

PER I CLIENTI

Guidati da dati live derivanti dai device e altri sistemi, uno store connesso può far reperire messaggi più velocemente su smartphone di ogni tipo.

Al posto di messaggi prestabiliti gli schermi “connessi” nello store possono aiutare gli utenti ad essere maggiormente (e in modo più efficace) informati riguardo quello che stanno cercando, possono influenzare le decisioni d’acquisto e incluse quelle di up-sells.

PER I RETAILER

I beacon, con la bluetooth low energy, se collegati con un app, possono certamente, ad esempio, generare mappe per mostrare agli utenti come muoversi nello store, ma possono anche mostrare, sempre nel rispetto però della privacy, come un utente si muove all’interno, informando il retailer su come come ottimizzare le strategie di marketing.

Grazie a sistemi di IoT i retailer sono inoltre agevolati e non poco nella difficile operazione di analisi dei dati: studiare e ottimizzare gli insight dati da queste tecnologie aiuterà facilmente ad ottimizzare la loro offerta in base a cosa veramente gli utenti vogliono e in base a come gli utenti si comportano.

Tutte queste “magie” però non avvengono senza un sistema di back-office e una piattaforma front-office per gli utenti, un’app, ma armonizzati e ottimizzati questi due aspetti il sistema che avrete sarà diventerà un sistema dinamico e capace di far crescere in modo smart il vostro business.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *