Abbiamo risposto in modo semplice e diretto alle domande più frequenti che i nostri clienti ci porgono prima di approcciarsi alle soluzioni di proximity marketing che offriamo. Ecco tutto quello che vorreste sapere se avete un’attività di retail e volete cambiare il vostro modo di fare business.

 

Cosa sono i beacon?

I beacon sono piccoli device in grado di trasmettere segnali o dati che possono essere ricevuti dagli smartphone o dai dispositivi mobile in generale sfruttando la Bluetooth Low Energy. Nel momento in cui un rivenditore riesce a raggiungere gli smartphone dei propri clienti sfruttando i beacon potrà inviare istantaneamente un messaggio di benvenuto, sconti o quant’altro. 

 

Come funziona una strategia di retail con i beacon?

Il beacon si collega ad all’app su smartphone del negozio per inviare offerte mirate ai singoli clienti, in modo che vengano stimolati ad acquistare un prodotto preciso, un prodotto scontato o semplicemente il prodotto più adatto a loro durante la visita nel negozio. Una strategia di marketing fatta con i beacon sfrutta la possibilità di intercettare clienti fidati e inviare loro contenuti utili mentre stanno curiosando all’interno del negozio o attendono di essere serviti.

Il grosso valore è riuscire a creare ottenere l’attenzione del cliente, tramite una notifica, nel momento in cui si trova in una precisa posizione, la più adatta a compiere l’azione utile per lui e per il retailer. Questo metodo viene applicato in musei, stadi, conferenze, show, nelle banche e negli uffici aperti al pubblico.

 

Che risultati producono? Qualche statistica.

I maggiori retailer americani – McDonald prima di tutti – dicono di aver visto aumentare del 60% il coinvolgimento dei clienti e del 30% le vendite legate all’invio del messaggio e dell’offerta al cliente in-store. Inoltre, il 73% dei clienti afferma che il fatto di aver ricevuto una notifica nel momento giusto all’interno del negozio ha incrementato la sua probabilità di compiere un acquisto. Più del 60% dei clienti monitorati dice invece che il tipo di campagna di marketing fatta con i beacon aumenta la frequenza di visita dello store, incrementando così anche le vendite finali.

 

Sono un grosso investimento?

I trasmettitori beacon di per sé sono relativamente economici, venduti attorno ai 20-40 euro al pezzo. La  spesa da considerare in questo tipo di strategia è il costo del software in grado di farli funzionare con un’app su smartphone che trasformi il codice inviato dai beacon in messaggi dedicati ai clienti. I costi per questa nuova forma di advertising sono comunque paragonabili, se non inferiori, agli investimenti fatti per advertising tradizionale, piattaforme di mail marketing e advertising digitale.

 

E in futuro?

I piccoli negozi, le piccole e medie realtà, dovrebbero interessarsi allo sviluppo di questi nuove soluzioni ancora allo stadio embrionale. Le stime attuali prevedono infatti che entro la fine del 2018, solo negli Stati Uniti, ci saranno 4,5 milioni di beacon in uso, di cui 3,5 milioni di questi usati da rivenditori e negozi.

È solo questione di tempo prima che i clienti si abituino e si aspettino un’offerta apparire sul proprio smartphone appena varcano la porta del negozio.

 

Vuoi saperne di più? Vuoi capire in modo più specifico quali sono i vantaggi del proximity marketing?

Leggi qui oppure contattaci

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *